Sfilata

Cos’è la Sfilata

0023ffLa Sfilata di Carrozze si svolge in notturna il venerdì sera precedente la Fiera; la partenza è prevista per le ore 21:00 proprio in centro città, tra Corso Botta e Corso Massimo D’Azeglio. La lunga processione di carrozze antiche e di riproduzioni sfila per le vie cittadine compiendo un anello che percorre per ben due volte, al fine di consentire al numero elevato di attacchi di distendersi; e infine raggiunge la magica cornice di Piazza Vittorio Emanuele II (denominata anche Piazza di Città, perchè sede del Comune). Qui, uno speaker presenta, ai numerosi spettatori, ogni equipaggio sottolineando di ciascuno le caratteristiche dell’attacco, della carrozza, dei finimenti, dei cavalli e, a volte, anche dei passeggeri. Ad ogni partecipante viene poi dato un omaggio che ricordi la serata trascorsa.

Si possono ammirare attacchi di ogni genere: singoli, pariglie, tandem, tiri a quattro, tiri a cinque o tiri composti da più di sei soggetti.

0050FFIl numero elevato di partecipanti la rende sicuramente una delle sfilate più importanti e significative non solo in Italia, ma in tutta Europa; negli ulimi anni si sono arrivate a contare fino a 90 carrozze, spesso provenienti da fuori regione a testimonianza del livello di celebrità raggiunto dall’evento.

In una terra di cavalli come Ivrea, dove il cavallo viene vissuto in tutte le sue dimensioni, non poteva certo mancare un evento così emozionante e caratteristico. D’altro canto, la storia stessa della Città racconta che qui esisteva un’accademia militare dove i giovani chiamati alle armi venivano addestrati al maneggio dei cavalli ed alla guida dei carri. Inoltre, Ivrea costituiva uno dei centri più forniti di collegamenti con Torino, capitale del Ducato di Savoia e del Regno di Sardegna poi, con Aosta e con tutti i centri canavesani. I collegamenti venivano effettuati con le diligenze tirate dai cavalli. E’ curioso infatti, girando per la città, ritrovare, in alcuni punti, i caratteristici anelli in ferro attaccati ai vecchi muri in pietra e mattoni che servivano a legare i cavalli per farli riposare.

Le diligenze per Torino partivano da Piazza di Città, davanti all’attuale Caffè Roma, svoltavano in via Arduino, la percorrevano fino a Piazza Maretta, poi svoltavano in via Borgoglio, l’attuale via Guarnotta, oltrepassavano la Dora sul Ponte Vecchio e poi uscivano da Porta Torino; il viaggio durava all’incirca sei ore. Successivamente  le diligenze vennero rimpiazzate dal treno nel novembre del 1858, che impiegava solo due ore a raggiungere la grande città.

0799ff-1- 20X30 1-15X22Quando nel 1984 fu nominato il nuovo Comitato Fiere, l’allora Presidente dell’Azienda Autonoma di Promozione Turistica, Ragionier Stefano Strobbia, volle fortemente proporre un sfilata che ricordasse e valorizzasse le origini della città: così nacque la Sfilata di Carrozze.

E’ possibile dunque oggi ammirare carrozze e diligenze che si incrociano nelle vie cittadine, in una magica atmosfera che riporta agli antichi albori: bellissime donne con adorabili e colorati cappelli, abiti ricercati e minuziosi nei dettagli, pizzi antichi, simpatici bambini adorni di cappellini e uomini che sfoggiano cilindri, bastoni da passeggio, baffi e barbe d’un tempo; antichi legni restaurati nel tempo o moderne riproduzioni di carrozze; finimenti neri o color cuoio frutto spesso della maestria di artigiani locali; cavalli di ogni razza d’attacco e mantelli di vario colore. Il livello di qualità è sicuramente molto elevato.

Il percorso seguito dalla Sfilata è il seguente: Porta Vercelli, Corso Massimo D’Azeglio, Chiesa di San Lorenzo, Corso Massimo D’Azeglio, via Palestro, Piazza Vittorio Emanuele II, Corso Cavour, Ponte Vecchio, via Gozzano, via Miniere, Corso Costantino Nigra, Corso Cavour, Corso Re Umberto, Corso Gallo, Corso Botta, Corso Massimo D’Azeglio, Chiesa di San Lorenzo, Corso Massimo D’Azeglio, Via Palestro, Piazza Vittorio Emanuele II (premiazione) Corso Cavour.

Pagine Correlate

Modulistica Sfilata

Approfondisci